DADO

DADO

Intorno agli anni novanta raggiunge la notorietà nazionale con la trasmissione Maurizio Costanzo Show.[senza fonte] Di seguito lavora con il suo gruppo musicale Dado e le Pastine in brothers partecipando a programmi come Seven Show, Zelig, I raccomandati, Top of the Pops, I migliori anni e Made in Sud.

Nel 1995 pubblica l’album Vorrei. Con il gruppo si è esibito al Roma estate Foro Italico nel 1999 con La canzone più lunga al mondo con la durata di 25 ore e un minuto entrando nel guinness dei primati (record successivamente superato dai Folkabbestia).[senza fonte]

Nel 2000 ha partecipato a “Zelig: facciamo cabaret” e ha vinto il premio Massimo Troisi

Nel 2005 comincia la sua tournée con lo spettacolo Suono, canto recito e ballicchio nel quale canta pezzi originali e altre canzoni che sono delle mini-cover di grandi successi.

Nel 2006 partecipa a Sanremo contro Sanremo.

Il 21 marzo 2006 esce il suo primo CD con le sue brevi canzoni 3/4 della palazzina tua e Canzoni Cihuahua.

Nel 2008 porta in scena lo spettacolo Onesto ma non troppo dichiarando di aver scelto il teatro canzone come suo punto di riferimento.

Nel 2014 partecipa al programma comico Made in Sud su Rai Due.

Dal 2015 inizia la collaborazione con Servizio Pubblico di Michele Santoro su La7, in qualità di comico satirico. La collaborazione si estende anche sul web, con appuntamenti sul sito internet di Servizio Pubblico. Nel 2015, a Imola, si esibisce sul palco della convention annuale del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.

Sempre nello stesso anno prende vita il suo progetto Canta la notizia su YouTube, che consiste nella messa in musica di alcune notizie di attualità in un’ottica molto vicina a quella del partito di Beppe Grillo. Il 28 agosto 2015 riceve minacce dal clan romano dei Casamonica[1] a causa di una sua parodia sul funerale del capo clan, Vittorio.

Dado a Campora San Giovanni il 16 agosto 2016
Nel marzo e aprile 2016 porta in scena lo spettacolo Menestrello mentre strillo dove oltre ai suoi sketch comici presenta sul palco tramite un proiettore anche alcuni suoi video del progetto Canta la notizia presenti su YouTube.[2]

Dal 2017 partecipa a Colorado.

Il 13 aprile 2019 viene aggredito dall’ex fidanzato della figlia. Il comico ha diffuso la notizia tramite una foto e un comunicato su la Repubblica.

PEPPE IODICE

PEPPE IODICE

PEPPE IODICE

E’ nato a Napoli il 28/07/1970. Si è diplomato presso l’Accademia del Teatro diretta da Ernesto Calindri. Nel 1996 è vincitore della “ Festa degli Sconosciuti” diretta da Teddy Reno, mentre nel 1997 del “Premio Charlot” di cabaret. In tv ha fatto parte del cast di Zelig off, Zelig Arcimboldi (condotto da Claudio Bisio e Vanessa Incontrada) ed ha partecipato – su La 7 – alla trasmissione “Se stasera sono qui”(condotta da Teresa Mannino), su Comedy Central a “Comedy tour Risollevante” e Comedy on the beach 2014”. È stato anche ospite a supporto del “suo” Napoli di “Quelli che…il calcio“ su Rai 2. Ha fatto parte del cast dell’edizione 2014 di “Colorado”(condotto da Diego Abatantuono e Chiara Francini) e del 2015 (condotta da Paolo Ruffini e Diana Del Bufalo).
Al cinema è stato nel cast di “Ribelli per caso”, regia di Vincenzo Terracciano, prodotto da Umberto Massa e “Ventitre”, regia di Duccio Forzano, prodotto da Dap Italy.

In radio è spesso ospite di “Ottovolante” su Radio 2.

In teatro porta in scena i suoi testi e di questi è autore, regista e protagonista. Adesso gira i teatri con il suo “Peppy Hour” e con “Comicissima sera show”

I Respinti “Gianni di Made in Sud”

I Respinti “Gianni di Made in Sud”

I RESPINTI

Il trio comico, i Respinti, nasce nel settembre del 2014 con il nome i Bruttos. I tre hanno sviluppato le loro capacita comiche grazie alle esperienze maturate nei villaggi turistici.La loro carriera da professionisti comincia con la partecipazione nel 2013 al laboratorio “La carovana stramba”, dove iniziano a muovere i primi passi su palcoscenici palermitani.Nel 2014 nasce il trio “i Bruttos” che li vede coinvolti nell’avvio del progetto Convento Lab attraverso la collaborazione di cabarettisti affermati come: Antonio Pandolfo, Matranga e Minafò, Roberto Lipari, Stefano Piazza, Marco Manera, Mago Plip e tanti altri comici presso il teatro Convento Cabaret. Continuano a maturare esperienza grazie a diversi programmi televisivi regionali, radio e serate tra locali, piazze e teatri. Partecipano al festival nazionale del cabaret in Calabria “Facce da bronzi” classificandosi al terzo posto. In seguito cambiano nome dai Bruttos in i Respinti. A oggi l’esperienza più rilevante avviene nell’Aprile del 2016 con la partecipazione al programma televisivo nazionale Italia’s Got Talent, in onda su due reti Sky Uno e Tv8. Qui è messo in evidenza, da parte dei giudici Claudio Bisio, Littizzetto e Matano, il loro punto di forza ch’è il tempo comico, dettato dalle differenti capacità artistiche, che si amalgamano in un perfetto meccanismo in cui si alternano i ruoli di spalla, comico e personaggio.